La fisica è una scienza sperimentale, che si basa sull’ osservazione di fenomeni e sulla loro interpretazione.
Quando si descrive un fenomeno, in fisica, è importante saper individuare le sue caratteristiche misurabili, in modo ad esempio da poterlo riprodurre artificialmente per studiarlo meglio, o per scoprirne le regolarità.
Infatti, nella descrizione di un fenomeno, come la caduta a terra di un oggetto, o di un corpo, come un libro, una matita, un corpo celeste, possiamo individuare alcune caratteristiche che sono oggettive, ed altre che sono soggettive.
Un libro può avere uno spessore di 2 cm e una massa di 300 grammi: queste caratteristiche sono oggettive (non dipendono dal giudizio personale di chi osserva il libro) e quantitative (presuppongono un’operazione di misura, fatta con opportuni strumenti).
D’altra parte, lo stesso libro può essere piacevole: questa caratteristica è soggettiva (dipende dai gusti del lettore) e non è misurabile. E' solo qualitativa.
Le caratteristiche misurabili di un corpo, o di un fenomeno, sono quelle che noi chiameremo grandezze fisiche.